Possiamo aiutarti?

Gambe pesanti e stanche, cause e rimedi

Gambe pesanti e stanche, cause e rimedi

Soffri di pesantezza alle gambe che specie nei mesi estivi più caldi sembra aggravarsi facendoti sentire più stanca ed abbattuta? Non demoralizzarti ma leggi interamente questo articolo! Grazie ad un approccio mirato basato sull'utilizzo di rimedi naturali da utilizzarsi solamente dopo aver scoperto le cause di questo comune problema, potrai infatti ripristinare quello stato di benessere che oramai sembra solo un lontano ricordo.

Qui risponderemo alle domande più comuni sul perchè delle gambe pesanti, soffermandoci sulle possibili correlazioni con altre problematiche salutistiche di varià entità.

Innanzitutto occorre ricordare che le gambe si stancano quando la loro muscolatura non riceve quantitativi adeguati di ossigeno necessario per svolgere appieno la normale deambulazione o comunque tutto il lavoro in eccesso richiesto.

Chiarito questo, sebbene sia tipica di ogni donna soggetta a continui sbalzi e variazioni ormonali, quella sensazione di gonfiore, dolore e pesantezza, può in realtà dipendere da svariati motivi, in primis l'insufficienza venosa.

Gambe gonfie e pesanti: le cause principali

Sui problemi di cattiva circolazione abbiamo già dedicato un intero articolo, poichè trattasi di una condizione che solitamente è aggravata dalla presenza di vene estremamente fragili e ipotoniche. Le valvole che determinano la risalita del sangue dalle estremità inferiori sono mal funzionanti e non riescono a garantire il normale deflusso sanguigno. In questa circostanza il sangue ristagna negli arti inferiori inducendo un ingrossamento delle vene e conseguentemente un marcato rigonfiamento di gambe e caviglie.

Quali sono i sintomi più comuni? eccoli elencati:

  • peggioramento della condizione ad elevate temperature;
  • formicolo e prurito su tutti gli arti inferiori;
  • pesantezza alle gambe e sensazione di indurimento ai polpacci;
  • calore e dolore;
  • gonfiore.

Nonostante questi sintomi peggiorino con l'età, molte volte gli stessi non ci permettono di svolgere le normali mansioni quotidiane come andare a fare la spesa o salire una rampa di scale. La sintomatologia può inoltre presentarsi se si abusa di bevande alcoliche o durante la gravidanza.

Oltre all'insufficienza venosa esistono poi altri fattori fisiologici oppure derivanti da cattive abitudini in grado di aggravare la sintomatologia, e quindi:

  • tendenza alla fragilità capillare;
  • sovrappeso;
  • utilizzo di tacchi alti o scarpe basse che costringono il piede ad una posizione innaturale che riduce la spinta plantare normale;
  • alimentazione errata;
  • insonnia e altri disturbi del sonno.

Detto questo, le patologie spesso associabili alle gambe pesanti e stanche sono:

  • Ernia del disco;
  • Insufficienza renale;
  • Miastenia gravis;
  • Piede diabetico;
  • Policitemia vera;
  • Pre-eclampsia;
  • Tromboflebite;
  • Trombosi venosa profonda;
  • Vene varicose.

Non essendo un elenco esaustivo, in presenza delle suddette problematiche è sempre necessario rivolgersi al medico di fiducia che saprà consigliarci le migliori terapie farmacologiche, in base alle nostre specifiche necessità.

Rimedi naturali per le gambe pesanti e stanche

A seconda delle cause che hanno innescato questo disturbo, possiamo avvalerci di alcune formule fitoterapiche e nutraceutiche a base di estratti vegetali e micronutrienti antiossidanti. Partendo dal presupposto che le cause patologiche possono essere curate solamente con i farmaci, se il problema è l'insufficienza venosa, utilizzeremo degli integratori per la microcircolazione specifica di gambe e vene.
Contenendo venotonici, elasticizzanti e antiossidanti, questo tipo di prodotti sostengono il microcircolo supportando, qualora non danneggiata, l'integrità dei vasi sanguigni.

Se il dolore deriva dall'eccesso di stagnazione dei liquidi e quindi da un cattivo funzionamento del sistema linfatico, sarà inoltre auspicabile assumere un drenante naturale contenente estratti vegetali in grado di contrastare la ritenzione dei liquidi extracellulari (idrica).

Qualora il dolore si manifesti dopo l'eccessiva attività fisica potrebbero invece bastare, oltre al riposo, degli impacchi freddi.

Un aumento della sudorazione nei mesi più caldi può inoltre peggiorare la condizione a causa di uno squilibrio elettrolitico, ovvero la mancanza di uno o più sali minerali che devono repentinamente essere reintegrati consumando frutta (ananas e agrumi in particolare), verdura (broccoli), ed eventualmente sorseggiando delle bevande idrosaline.

Oltre a ciò è inoltre fondamentale assumere molta acqua (1,5-2lt al giorno) e svolgere costantemente esercizio fisico, al fine di riattivare la circolazione e mantenere le vene in salute.

Se il tuo stile di vita è sedentario, stabilisci quindi delle buone abitudini passeggiando, per almeno mezz'ora, a passo moderato o leggermente veloce (in base ad età e condizione fisica).

Nonostante queste accortezze non siano curative, possono infatti essere associate a dei trattamenti che ti consentono di guarire prima alleviando, in breve tempo, gonfiore, pesantezza e stanchezza alle gambe.

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori