Sistema immunitario debole? ecco come rinforzarlo naturalmente

Sistema immunitario debole? ecco come rinforzarlo naturalmente

Avere un sistema immunitario debole significa esporsi maggiormente al rischio di contrarre diversi virus (non ultimo il Covid-19) e altri agenti patogeni che minacciano quotidianamente la nostra salute.

Sebbene una sana alimentazione e stile di vita corretto siano alla base di una adeguata risposa immunitaria, oggigiorno la moderna nutrizione e integrazione alimentare ci offre della valide strategie per rispondere all'aggressione dei vari agenti microbici (e non) esogeni.

Cos'è il sistema immunitario 

Quando parliamo di sistema immunitario facciamo riferimento ad un elaborato complesso di organi e cellule specializzate nella difesa dell'organismo dal rischio infettivo.

Il nostro corpo possiede un vero e proprio organismo difensivo, denominato appunto sistema immunitario, fondamentale per proteggerci dalle sostanze estranee.
La stragrande maggioranza di tali sostanze è costituita da microorganismi batterici, fungini, protozoi e virus che circolano normalmente nell'aria. Ogni microorganismo possiede sulla propria superficie delle sostanze conosciute come antigeni, molecole che solitamente vengono prontamente riconosciute, e quindi aggredite, dalle nostre difese naturali.

Le nostre difese sono composte da:

  • sistema linfatico, ossia organi come midollo osseo timo, tessuti linfatici della milza, tonsille, linfonodi, appendice, placche intestinali di Peyer;
  • cellule, globuli bianchi che circolano liberamente nei tessuti e nel sangue;
  • mediatori chimici, parliamo delle proteine citochine, essenziali per regolare ed eseguire la risposta immunitaria agendo da segnalatori e regolatori dell'attività cellulare tra i vari organi e tessuti.

Risposta immunitaria, da cosa è mediata

Le strategie di difesa che si attivano nel nostro organismo in presenza di patogeni esterni sono essenzialmente quattro, vediamole:

  1. Innata, poichè aggredisce qualsiasi agente "sconosciuto";
  2. preesistente naturale, ossia non richiedente un precedente contatto con il patogeno ma di immediata attivazione;
  3. Acquisita/aspecifica: l'immunità contro il microorganismo si attiva gradualmente e si sviluppa a seguito di un primo contatto. Gli anticorpi che ne derivano conserveranno memoria cellulare per l'intera vita al fine di proteggerci da possibili infezioni future.
  4. Meccanica: l'organismo innalza delle barriere su pelle, sudore, sebo, pH acido dello stomaco e membrane epiteliali che ricoprono le vie respiratorie, riproduttive e urinaria, creando quello schermo che impedisce agli agenti di entrare in contatto con l'organismo.

Sistema immunitario debole, gli 11 sintomi più comuni

Elenchiamo di seguito le sintomatologie più comuni quando le difese dell'organismo sono basse e non pienamente efficienti, e quindi:

  • stanchezza cronica e difficoltà di concentrazione;
  • gocciolamento del naso;
  • infezioni ricorrenti alla gola, erpetiche labiali (herpes virus), vescicole febbrili;
  • ingrossamento dei linfonodi;
  • tempi di cicatrizzazione piuttosto lunghi e lesioni che impiegano tanto tempo prima di guarire;
  • stati infiammatori gengivali;
  • disturbi intestinali;
  • mani e piedi freddi;
  • secchezza oculare.
  • lento recupero dalle sindromi influenzali e dagli stati di raffreddamento.

Un sistema immunitario mal funzionante può essere caratterizzato da iper o ipoimmunità, anche contemporaneamente, a causa di condizioni croniche come le allergie e concomitante assunzione di farmaci cortisonici che possono interferire negativamente con le potenzialità dell'organismo nel contrastare le infezioni.

Cause di indebolimento del sistema immunitario

donna stressata dal lavoro

STRESS 

Il nemico numero 1 dell'uomo, troppo spesso sottovalutato ma negativamente impattante sul nostro organismo. Condizioni prolungate di stress psicofisico indotte dai ritmi frenetici e dalle preoccupazioni della quotidianità piuttosto che da sessioni di allenamento particolarmente intense, costanti e prolungate, inibiscono le capacità del nostro organismo nel combattere gli agenti infettivi. Ciò è causato da vari meccanismi e reazioni che avvengono nello stesso, partendo da un deficit dei livelli ematici della glutammina, noto aminoacido immuno-coadiuvante, e fino ad arrivare alle iper secrezioni dei livelli di cortisolo che spesso e volentieri danno il via libera a influenze stagionali o problemi di salute più gravi.

Da evidenziare inoltre come lo stress cronico causi lo stress ossidativo, ossia una condizione caratterizzata dall'eccessiva produzione di radicali liberi, molecole che per mezzo di un elettrone spaiato si legano a composti funzionali importantissimi per il mantenimento dell'equilibrio omeostatico del corpo come DNA, Proteine e Fosfolipidi di membrana.

USO E ABUSO DI BEVANDE ALCOLICHE E FARMACI

Come confermato da specifici studi, alcuni farmaci possono potenzialmente aumentare la suscettibilità alle infezioni e deprimere le funzioni immunitarie. In questi studi si è osservata una riduzione significativa delle citochine negli assuntori di antibiotici. Molti farmaci contrastano il meccanismo sinergico delle cellule coinvolte nella funzione immunitaria e gli organi aventi il compito di difenderci da malattie, infezioni e virus.

La stragrande maggioranza dei farmaci contengono anche un'elevata carica tossinica che decima i batteri "buoni" dell'intestino, a loro volta responsabili delle difese di protezione dell'organismo umano. In sintesi, il costante utilizzo di bevande alcoliche e farmaci è associato ad un incremento e alla durata delle infezioni.

CATTIVE ABITUDINI ALIMENTARI

Un regime dietetico equilibrato e variato equivale ad un sistema immunitario perfettamente sano. Spesso e volentieri, però, vengono adottate corrette abitudini alimentare quando il danno è stato fatto. Per impedire che ciò possa verificarsi, è indispensabile il mantenimento di un'alimentazione corretta ogni giorno mangiando un quantitativo non troppo elevato di carboidrati (complessi), prediligendo cibi ricchi di fibre e micronutrienti come frutta e verdura fresca, da abbinare a proteine magre e grassi insaturi salubri.

RIPOSO NOTTURNO NON ADEGUATO

Un sonno completamente ristoratore e rigenerante è indispensabile per mantenere attive le difese del nostro corpo. Solo così potrai ripristinare velocemente le energie e ritornare in una situazione di ottimale equilibrio, che è fondamentale per affrontare al meglio tutti gli impegni quotidiani.

VACCINI

Sebbene molti medici li consiglino sempre più spesso per proteggere l'organismo dal rischio infettivo di alcuni specifici microrganismi, i vaccini possono indebolire il sistema immunitario piuttosto che rinforzarlo. Non di rado possono contenere sostanze chimiche e metalli pesanti tipo mercurio e alluminio, tutti agenti immuno-depressivi. E' risaputo che il mercurio provoca alterazioni nell'attività linfocitaria, riducendola. Più in generale, infatti, per far fronte a sostanze estranee come i metalli pesanti, il nostro corpo si sovraccarica mentre gli agenti patogeni rimangono liberi di proliferare e crescere.

CARENZA di VITAMINA D

Il colecalciferolo (Vit. D3) si lega ad alcuni particolari recettori innescando una catena di processi in cui molti agenti patogeni, nonchè alcune cellule tumorali, vengono neutralizzate. Deficit di questo micronutriente causano quindi un indebolimento dell'organismo, con conseguente aumento delle possibilità che la malattia si sviluppi. Non è un caso che molti individui che vivono nei pressi dell'equatore sviluppino un'incidenza assai inferiore (o addirittura assente) di molte malattie. Sebbene la vitamina D possa essere assunta con il consumo di alcune fonti alimentari, il modo migliore per produrla concerne l'esposizione diretta della cute alla luce del sole durante i mesi primaverili-estivi per almeno mezz'ora (tale durate equivale a circa 10.000 UI di vitamina D).

DISIDRATAZIONE

Uno stato cronico di disidratazione influisce negativamente sullo sviluppo di molte malattie croniche. Alcuni studi sembrano mostrare una certa correlazione tra disidratazione e suscettibilità ad alcune forme tumorali. Livelli adeguati d'idratazione supportano invece l'eliminazione delle scorie e dei sottoprodotti di qualsiasi stato patologico sostenendo le difese immunitarie.

ADDITIVI ALIMENTARI E TOSSINE

E' risaputo che coloranti e additivi utilizzati dall'industria alimentare possono esacerbare condizioni croniche come asma e allergia e incentivare la comparsa di patologie anche gravi (es: tumori e malattie autoimmuni), poichè responsabili della creazione di un ambiente tossico nel nostro organismo.

INQUINAMENTO ATMOSFERICO

Le polveri sottili e gli agenti rilasciati dai gas di scarico dei motori e delle industrie, nonchè le emissioni di onde elettromagnetiche (EMF) di ripetitori, telefonini, modem wi-fi, Pc e altri dispositivi elettronici, influiscono e alterano la funzione cellulare aumentando al contempo la virulenza di alcuni microrganismi.

Come aiutare il sistema immunitario indebolito? ecco cosa prendere

Per sostenere efficacemente le nostre difese, possiamo optare per alcune sostanze che nel corso degli anni si sono dimostrate in tal senso molto valide. Sebbene siano molteplici e non elencabili tutte in questo contesto, vogliamo elencare, in base ai dati in nostro possesso, quelle a nostro parere più efficaci, e quindi:

ANTIOSSIDANTI, una dieta ricca di elementi antiossidanti può aumentare le nostre difese e contrastare la sovrapproduzione di radicali liberi, reattivi agenti che, come precedentemente accennato, mettono a dura prova quel sottile equilibrio (omeostasi) che consente al nostro organismo di funzionare correttamente. Tra i micronutrienti più efficaci citiamo la vitamina C, potente immunocoadiuvante dall'effetto batteriostatico naturale (danneggia i batteri) e il Glutatione, il più potente ed unico antiossidante endogeno di cui il nostro corpo dispone.

VITAMINE E MINERALI come la D3 e lo Zinco, la prima per attivare le cellule T che sono fondamentali per combattere le infezioni più gravi che minacciano l'organismo, mentre il secondo per garantire il corretto funzionamento del sistema immunitario nonchè per contrastare l'invecchiamento cellulare.

ESTRATTI VEGETALI tipo Astragalo Membranaceus, Echinacea Angustifolia, Ganoderma Lucidum, Berberis Aristata e tante altri, fanno parte di quell' "arsenale" da sempre utilizzato nelle medicine tradizionali orientali e in fitoterapia al fine di potenziare e regolare le difese del nostro corpo.

ACIDI GRASSI OMEGA, con particolare riferimento agli Omega-3, molecole lipidiche ricche in EPA e DHA che sono validi alleati del sistema immunitario. Molte ricerche evidenziano infatti le loro capacità di modulare sia la risposta immunitaria che l'infiammazione.

banner immunophen farmaenergy

In caso di carenze o aumentato fabbisogno, queste ed altre sostanze possono essere integrate singolarmente o sfruttate per la loro azione sinergica assumendo integratori per le naturali difese dell'organismo come ImmunoPhen, che potranno esprimere la loro utilità se abbinati a stile di vita sano, moderata ma costante attività fisica, adeguato riposo notturno e dieta variata ed equilibrata, tutti aspetti imprescindibili per prevenire l'indebolimento del nostro sistema immunitario. 

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori